Gli specialisti della terapia del dolore a Brescia

Come tutti quelli che devono aver a che fare con i dentisti sanno molto bene, una delle preoccupazioni maggiori prima della visita o del trattamento è la paura del dolore.

La terapia del dolore ha però fatto dei veri e propri passi da gigante negli ultimi anni e oggi è possibile ridurre il dolore e l’infiammazione post-operatoria anche dell’80%, sia per quanto riguarda la chirurgia estrattiva, sia per quanto riguarda la chirurgia implantologica.

A Gottolengo e in tutta la provincia di Brescia esistono dei veri e propri professionisti nella terapia del dolore che lavorano presso il Centro Medico Rosa, un riferimento per quanto riguarda sicurezza e competenza.

La terapia del dolore è una componente fondamentale della professione dell’odontoiatra, uno specialista che deve approcciarsi al dolore e alla sofferenza con professionalità ancor più che si tratta di qualcosa di fisiologico.

Uno studio odontoiatrico professionale deve saper trattare le condizioni dolorose come ad esempio la nevralgia del trigemino, una patologia che viene spesso diagnosticata proprio dal dentista in quanto i pazienti lamentano di un mal di denti persistente.

Spesso sono proprio i denti e le gengive doloranti uno dei sintomi della nevralgia trigeminale e la sensibilità dei denti può anche lasciar presagire a cause strutturali più complesse.

Ad esempio le carie profonde possono danneggiare il nervo provocando sofferenza che può essere lenita solo con una corretta terapia del dolore, ma anche i denti rotti o devitalizzati possono dare origini a manifestazioni dolorose di forte entità.

Spetterà chiaramente allo specialista individuare l’origine del malessere e poi proporre la soluzione di terapia del dolore ideale per venire incontro alle specifiche necessità.

Anche i pazienti che soffrono di bruxismo, ovvero di digrignamento dei denti, possono soffrire di nevralgie anche molto dolorose ma che possono essere efficacemente combattute in un centro specializzato nella terapia del dolore.

Leave a comment